Unità nazionale CEPOL

Per l’Italia, l’Unità Nazionale CEPOL (CNU) è stata costituita all’interno della Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia. Il Direttore dell’Istituto è membro votante e rappresenta unitariamente le distinte esigenze di formazione delle forze di polizia nazionali all’interno del Consiglio di amministrazione di CEPOL, che è il massimo organismo decisionale dell’Agenzia.

La CNU, a composizione interforze, opera come punto di collegamento, raccordo e sintesi delle potenzialità che emergono nel campo della formazione dalle strutture delle diverse forze di polizia nazionali. In particolare:

  • Rappresenta l’Italia alle riunioni gestionali ed organizzative presso CEPOL;
  • assicura la cooperazione tra CEPOL e le Agenzie delle Forze dell’ordine nazionali, i rispettivi istituti di formazione, le università ed i centri di ricerca nazionali con accordi di partenariato vigenti;
  • organizza attività didattiche CEPOL sul territorio nazionale con la collaborazione dell’Agenzia stessa, delle Organizzazioni europee ed internazionali e degli Stati membri (corsi, conferenze, seminari, visite studio, riunioni);
  • favorisce la più ampia partecipazione, sia in qualità di docente che di frequentatore, del personale delle forze di polizia alle attività didattiche dell’Agenzia, sia residenziali che online;
  • gestisce la partecipazione del personale delle Forze di polizia al programma di scambio europeo con gli stati membri ed i paesi partner dell’UE ed alla piattaforma di formazione online LEEd (Law Enforcement Education), https://leed.cepol.europa.eu/ ;
  • sviluppa le necessarie attività di studio, ricerca e proposta in relazione all’evoluzione dell’Agenzia stessa, sul piano dell’organizzazione generale, dei contenuti della formazione e dei metodi di insegnamento;
  • diffonde sul territorio nazionale i risultati innovativi, nella loro dimensione europea, delle attività complessive di CEPOL;
  • contribuisce all’attività di comunicazione nazionale e dell’Agenzia, anche promuovendone le rispettive iniziative;
  • partecipa alle attività della rete delle Accademie partner di FRONTEX, dell’Associazione delle Accademie Europee di Polizia (AEPC) e di altri progetti internazionali.

Il regolamento (UE) 2015/2219 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 novembre 2015, che ha riformato CEPOL, ha introdotto alcune novità di rilievo, quali:

  • l’ampliamento dei destinatari delle proprie attività di formazione, includendo ogni livello e grado del personale appartenente alle Forze dell’ordine (incluse tutte le Autorità di contrasto al crimine);
  • l’allargamento dei partner che possono organizzare in Italia attività didattiche per conto dell’Agenzia a tutti gli Istituti di formazione delle forze dell’Ordine, le università ed i centri di ricerca nazionali che si aggiudichino gli accordi di partenariato quadriennale con CEPOL;
  • la possibilità di sviluppare e fornire attività di formazione per i Paesi terzi, in particolare quelli candidati all’adesione all’Unione e quelli a cui si applica la politica europea di vicinato;
  • la possibilità di gestire i fondi assegnati all’assistenza esterna dell’Unione, per aiutare i Paesi terzi a sviluppare le proprie capacità nei settori pertinenti dell’attività di polizia, conformemente alle priorità stabilite dall’Unione;
  • la possibilità di svolgere attività di comunicazione di propria iniziativa nei campi che rientrano nel suo mandato.

ATTIVITÀ ORGANIZZATE DALL’UNITÁ NAZIONALE CEPOL NELLE ANNUALITÁ 2019 E 2020

  • Corso CEPOL 69/2019 “SOCIAL NETWORK ANALYSIS”, Roma, 4 – 7 giugno 2019;
  • Corso CEPOL 85/2019 “COUNTERING FINANCING OF TERRORISM”, Roma, 25 – 28 giugno 2019;
  • Visita studio del progetto CEPOL CT2 “ANALYSIS TECHNIQUES IPDR/CDR IN RELATION TO COUNTER-TERRORISM”, Roma, 26 – 30 agosto 2019;
  • Corso CEPOL 91/2019 “HOSTILE ENVIRONMENT AWARENESS TRAINING”, Laives (BZ), 10 – 15 novembre 2019;
  • Visita studio del progetto EUROMED POLICE IV “COUNTERING FINANCING OF TERRORISM”, Roma, 26 – 30 novembre 2019;
  • Visita studio del progetto CEPOL CT2 “IT TECHNOLOGY FOR JORDANIAN GENDARMERIE”, Roma, 3 – 5 dicembre 2019;
  • Visita studio del progetto CEPOL CT2 “EXPOLSIVES FOR TUNISIAN POLICE FORCES”, Roma, 17 – 19 marzo 2020, rinviata a causa dell’emergenza sanitaria;
  • Progetto CEPOL WESTERN BALKANS FINANCIAL INVESTIGATIONS “CONFERENCE AND CLOSING CEREMONY”, Roma, 3 – 5 marzo 2020, rinviata a causa dell’emergenza sanitaria;
  • Corso CEPOL 85/2020 “COUNTERING FINANCING OF TERRORISM”, Roma, 21 – 24 giugno 2019, rinviato a causa dell’emergenza sanitaria.

PARTECIPAZIONE DI PERSONALE ITALIANO ALLE ATTIVITÀ CEPOL NELL’ANNO 2019

  • 276 candidature pervenute per corsi CEPOL (comprese le Direzioni Centrali Interforze: 131 appartenenti alla Polizia di Stato, 96 appartenenti alla Guardia di Finanza, 45 appartenenti all’Arma dei Carabinieri e 4 alla Polizia Penitenziaria);
  • 153 frequentatori di corsi CEPOL (comprese le Direzioni Centrali Interforze: 64 appartenenti alla Polizia di Stato, 58 appartenenti alla Guardia di Finanza e 31 all’Arma dei Carabinieri);
  • 26 candidature di cui 17 partecipazioni effettive al Programma di scambio CEPOL (10 della Polizia di Stato, 5 della Guardia di Finanza e 2 dell’Arma dei Carabinieri).